Cessione del quinto inps qual è il limite di età

Cessione del quinto inps qual è il limite di età

La cessione del quinto INPS è un prestito personale erogato da una banca o un istituto di credito convenzionato con l’INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale), che prevede la restituzione del debito attraverso la trattenuta diretta sulla busta paga del richiedente. La particolarità di questo tipo di prestito è che la rata mensile da restituire non può superare il quinto dello stipendio o della pensione netta.

L’accesso alla cessione del quinto INPS è riservato ai lavoratori dipendenti pubblici e privati, ai pensionati e ai lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato. Tuttavia, non tutti possono accedere a questo tipo di finanziamento, poiché esistono dei limiti di età che devono essere rispettati.

In generale, il limite di età per l’accesso alla cessione del quinto INPS è di 85 anni. Ciò significa che il richiedente non deve avere più di 85 anni alla fine del periodo di rimborso del prestito. Questo periodo varia a seconda dell’età del richiedente e della durata massima del finanziamento stabilita dalla legge, che solitamente è di 120 mesi.

Ad esempio, un lavoratore che richiede la cessione del quinto INPS a 60 anni potrà restituire il debito entro i 85 anni d’età. In questo caso, la durata massima del finanziamento sarà di 300 mesi (ovvero 25 anni). Se invece il richiedente ha già 80 anni, la durata massima del finanziamento sarà di soli 60 mesi (ovvero 5 anni).

È importante sottolineare che la cessione del quinto INPS non prevede alcuna garanzia reale, poiché il prestito viene rimborsato attraverso la trattenuta diretta sulla busta paga o sulla pensione. Tuttavia, ci sono alcune condizioni necessarie per poter accedere a questo tipo di finanziamento, come ad esempio un’anzianità di servizio sufficiente, un reddito stabile e la mancanza di protesti o segnalazioni di cattivi pagatori.

Inoltre, il richiedente dovrà fornire una serie di documenti necessari per la valutazione della sua situazione economica, come la copia del contratto di lavoro o della pensione, la dichiarazione dei redditi e il certificato di residenza. In base a questi dati, l’istituto di credito valuterà la solvibilità del richiedente e deciderà se concedere o meno il finanziamento.

In definitiva, la cessione del quinto INPS è un’opzione di prestito personale molto conveniente per chi ha un reddito stabile e vuole ottenere un finanziamento senza garanzie reali. Tuttavia, è importante tenere presente i limiti di età per accedere a questo tipo di finanziamento e verificare la propria solvibilità prima di richiederlo.

Mattia Rizzo